Xu Bing. Tianshu Libro dal cielo

Xu Bing, Thianshu (Libro dal cielo), 1987, tecnica mista, installazione

Xu Bing. Tianshu Libro dal cielo

Xu Bing. Tianshu (Libro del cielo). Una magica installazione composta da circa 400 libri all’interno di un rettangolo sul pavimento. I libri sono stati realizzati a mano, seguendo nella scelta dei font, dell’impaginazione e della rilegatura gli standard della Dinastie Ming e Song. Un’opera legata alla tradizione, al linguaggio e alla manodopera attenta. Per eseguirli, infatti, l’artista cinese Xu Bing ha intagliato una serie di caratteri cinesi in blocchi di legno quadrato, proprio come gli antenati suoi predecessori erano soliti fare.

In Cina, la scrittura rappresenta il condensato della cultura, ne è il nucleo più importante e rappresentativo.

La sorpresa che nasce spontanea in questo lavoro è tutta qui: nei caratteri. Xu Bing, infatti, inventa 1.250 nuovi caratteri, nessuno dei quali è possibile associarlo a un vero e reale significato nella lingua cinese. Essi sono perfetti nella forma, ma assolutamente incomprensibili, e lasciano il pubblico che conosce la lingua, spaesato, stupefatto e frustrato.

L’artista cinese elabora un proprio nuovo linguaggio, fatto di nonsense, di incomprensioni, di vuoti di significato e di messaggio. Una riflessione sulla comunicazione, sul dialogo, sulla scrittura e sulla validità del suo contenuto, ad oggi in parte sconosciuto.

Xu Bing scrive anche un libro usando gli stessi caratteri e lo intitola Libro da cielo. Un libro in 4 volumi da 604 pagine stampato in edizione limitata di 126 copie tra il 1987 e il 1991. Il successo dell’opera non è così assicurato come si potrebbe pensare. La critica cinese lo stronca sulla scia nel 1990 dei commenti negativi di un agente del Ministro della cultura e anche gli artisti della New Wave lo considerano tradizionale e accademico. Il successo del libro arriva con la mostra nel 1988 negli spazi della China Art Gallery, dove l’opera viene vista da decine di visitatori compresi altri artisti che apprezzano il lavoro.

 

Questo totale scollamento tra l’apparenza esterna e la sostanza interna pone le persone in una sorta di instabilità culturale, uno stato di incerta transizione.

Xu Bing

 

Thianshu (Libro dal cielo), 1987, tecnica mista, installazione © Xu Bing

Leave a comment