ArtantheCities
ART TRAVEL
& MORE
Follow me

Search

Lago Keitele de Akseli Gallen-Kallela

Lago Keitele di Akseli Gallen-Kallela del 1905 è uno dei paesaggi del ‘900 che mi affascina di più alla National Gallery di Londra. Un lago blu finlandese che viene subito voglia di visitare.

Pittura e musica in Finlandia a inizio ‘900

Il protagonista dell’opera è il lago da cui prende il nome: il Lago Keitele in Finlandia. Questo specchio d’acqua non è particolarmente esteso, ma ha un forte impatto sulle popolazioni della zona.

Un paesaggio e un lago che raccontano la storia e la cultura di un Paese. Questa natura infatti è il corrispettivo in pittura dell’opera di un altro artista in musica: il compositore Sibelius. Kallela e Sibelius sono amici e nati nello stesso anno (il 1865) ed entrambi hanno avuto un ruolo fondamentale nella storia e cultura della Finlandia di fine ‘800. Due figure fondamentali che con le loro opere hanno aiutato e sostenuto la propria nazione a diventare una repubblica nel 1919, dividendosi dalla Russia.

Lago Keitele di Akseli Gallen-Kallela. Il soggetto dell’opera

Un grande lago blu prende tutta la scena dell’opera. La linea dell’orizzonte, infatti, è molto lontana nello sfondo per dare l’impressione che il lago quasi non finisca mai. I riflessi del cielo sull’acqua sono attraversati da delle fasce orizzontali. Queste nascono da un effetto del vento che increspa la superficie dell’acqua e fa quasi venire i brividi.

Questa è una delle numerose rappresentazioni di questo lago che Kallela realizza durante un periodo di ricovero in cui si stava riprendendo dalla malaria contratta in Spagna nel 1904.

Il soggetto è tipico della Finlandia con i laghi e le foreste caratteristici di questo Paese. Ma l’opera ha anche aspetti che la collocano in un contesto artistico internazionale. Gallen-Kallela è coinvolto e conosce infatti i movimenti dell’avanguardia europea del suo periodo. Le forme appiattite del lago sono tipiche dell’Art Noveau (Liberty in Italia) e l’atmosfera surreale è tipica di alcune opere simboliste.

Lago Keitele di Akseli Gallen-Kallela. I dettagli

Colori freddi

I colori caratteristici di quest’opera sono il bianco e il blu, entrambi molto freddi. Sono utilizzati sia nel cielo che nel mare. E ricordano una bellezza fredda, calma e affascinante del paesaggio finlandese.

Gli alberi sullo sfondo

Gallen-Kallela ha iniziato realizzando opere molto realistiche, con uno stile che viene definito naturalistico in arte, ma si è poi avvicinato al simbolismo. Da qui ha cominciato a realizzare opere con paesaggi più astratti e meno dettagliati. Gli alberi sullo sfondo, insieme alle nuvole nel cielo ne sono un elemento caratteristico.

Le nuvole nel cielo

Nel 1905, quando Gallen-Kallela realizza quest’opera Lago Keitele è nel pieno della sua maturità artistica. In alcune parti dell’opera, come ad esempio il bianco delle nuvole, applica il colore estremamente denso dando un senso di maggior brillantezza all’elemento e rendendo l’opera più materica.

Akseli Gallen – Kallela. La storia dell’artista

Gallen-Kallela nasce nel 1865 a Pori, una città sulla costa ovest della Finlandia. e diventa presto il più famoso di tutti i pittori finlandesi, un vero simbolo nazionale nel suo Paese. Ma viene scoperto e riconosciuto come grande artista anche in altri Paesi. E le sue opere si trovano in grandi musei come Lago Keitele alla National Gallery di Londra.

Come molti artisti del periodo anche Gallen-Kallela viaggia molto. Studia a Parigi e poi si sposta in Africa, Stati Uniti e gira per l’Europa esponendo i suoi lavori in diversi Paesi. nonostante questo rimane molto legato alla Finlandia, che diventa il soggetto di molte delle sue opere. Crea opere di design, gioielli e tessuti. Ma una delle sue creazioni più interessanti è la sua stessa casa, che oggi è un museo a Tarvaspää, vicino Helisnki.

Copertina: Akseli Gallen-Kallela, Lago Keitele, 1905, olio su tela, National Gallery, Londra


Acquista su Amazon

Questo sito contiene link di affiliazione ai prodotti. Potrei ricevere una commissione per gli acquisti effettuati tramite questi link.