Van Gogh Iris

Van Gogh Iris

Van Gogh Iris

Van Gogh Iris. Un’opera da 53 milioni e 900 mila dollari. Sì, ma nel lontano 1987.

Iris è un’opera del 1889. Anno in cui Van Gogh viene rinchiuso nella clinica psichiatrica di St-Rémy in Francia dopo essersi presentato al bordello locale di Arles da una giovane donna di nome Rachel. La richiesta alla donna, almeno così riportano i giornali dell’epoca, è alquanto bizzarra: “Conservare con cura un oggetto”. Si trattava non di un oggetto qualsiasi ma del lobo del suo orecchio, che si era autoamputato.

L’opera nel 1987 viene acquistata da Alan Bond per una somma che ha fatto la storia del mercato dell’arte moderna e che rimane ancora oggi una delle cifre più alte mai pagate, battuta solo due anni dopo da un ritratto sempre della mano di Van Gogh.

Ciò che più colpisce di questa tela è la totale immersione dello spettatore nel paesaggio. La rappresentazione all’altezza del terreno permette di immaginarci quasi coricati sullo stesso, ad osservare anche noi questi splendidi fiori dall’acceso contrasto cromatico: verde, viola bluastro e poi sulla sinistra un tocco di bianco.

Vi è un equilibrio perfetto, tipico dell’arte giapponese che Van Gogh tanto amava e conosceva. Fuori dal tempo e dalla spazio ci permette di farne parte anche solo per qualche secondo.

Un capolavoro da milioni di dollari, che oggi è stimato anche più di quanto sia stato pagato in passato, ma che non tornerà presto sul mercato.

Se volete dargli un’occhiata basta fare un salto al Paul Getty Museum di Los Angeles, dove è esposto.

La natura è il miglior modo per comprendere l’arte. I pittori ci insegnano a vedere.

Vincent Van Gogh

Iris, 1889, olio su tela, 71×93 cm, Paul Getty Museum, Los Angeles.

 

#modaearte

Moltissimi sono gli accessori che sono stati realizzati prendendo ispirazione dalle opere di Van Gogh. Foulard, camicette, borse e molto altro. Il mio preferito e l’unico che porterei molto volentieri i questo periodo al braccio è l’ombrello.

Iris Van Gogh ombrello

Non un ombrello qualsiasi ma proprio quello della Von Lilienfeld che riproduce Iris al suo interno. Così da poter godere dell’opera tutta per me e rallegrare un giornata di pioggia ma essere anche elegante all’esterno con un tocco di nero.

Ombrello Iris Van Gogh Von Lilienfeld

Leave a comment