ArtantheCities
ART TRAVEL
& MORE
Follow me

Search

Romanzi d’arte? Trovare un libro che racconti l’arte con le parole giuste, che al tempo stesso ti coinvolga e non ti annoi non è sempre semplice. Se i saggi infatti ci aiutano ad approfondire e hanno bisogno di attenzione e pazienza nella lettura. I romanzi a tema arte al contrario, sono fatti per scoprire la storia con leggerezza e fantasia. Io sono Clelia e oggi vi consiglio 5 romanzi a tema arte, tutti della stessa autrice Susan Vreeland. 

Di solito quando trovo una serie tv, un film o un libro che mi piacciono poi non me ne dimentico più. E ogni tanto faccio anche qualche ricerca e scopro che ci sono altri film dello stesso regista che potrebbero piacermi, altre serie tv simili o come in questo caso altri libri della stessa scrittrice che mi catturano. E questo è quello che è successo dopo la lettura di La Vita moderna di Susan Vreeland. La Vreeland è un’autrice americana che è venuta mancare un paio di anni fa quando io già seguivo da vicino le sue pubblicazioni e che ha studiato e raccontato ogni storia basandosi sempre su documenti storici ma dando quel twist da romanzo, a volte cadendo un po’ troppo nel romanzo rosa. Altre volte invece riuscendo a rimanere leggera ma comunque interessante e di spessore. 

Alcune delle mie migliori amiche tra l’altro si ritrovano di sicuro almeno un libro della Vreeland nelle loro librerie. Si tratta infatti di romanzi che ho letto e regalato sempre molto volentieri. Libri che se letti con la consapevolezza che non si tratta di biografie dettagliate ma romanzate possono in un certo senso cambiare la nostra opinione su un’opera o un artista. 

1. La vita moderna – Romanzi d’arte

Il primo libro che mi ha avvicinato al mondo della Vreeland e alla sua scrittura l’ho comprato per caso in libreria a Milano. Non era il suo romanzo più famoso ma di certo è diventato poi con il tempo il mio preferito e si intitola La Vita moderna. Il libro si concentra su un periodo specifico della vita e dell’attività dell’artista francese Auguste Renoir. Il periodo in cui stava dipingendo il suo capolavoro Il pranzo dei canottieri. La Vreeland decide con un racconto che inizia nel 1880 di presentarci uno per uno tutti i partecipanti a questo pranzo. Li introduce poco alla volta nella storia, li caratterizza e ce li presenta come se fossero personaggi di fantasia di un vero e proprio romanzo. Ognuno è visto con gli occhi di chi nel frattempo sta realizzando l’opera d’arte. 

Viene raccontata alla perfezione e in maniera scorrevole e avvincente la storia di Renoir, della locanda con terrazza in cui è ambientata l’opera. Ma soprattutto viene raccontato un periodo storico, una nuova Parigi e la sua gioia di vivere per cui Renoir tra l’altro è diventato così famoso. E soprattutto come tutti i romanzi ci sono anche tante emozioni, amore, antipatia, sofferenza anche in alcuni momenti ma soprattutto tanta gioia di vivere. 

2. Una ragazza da Tiffany – Romanzi d’arte

Letto La Vita moderna per un po’ di tempo ho continuato a pensare e ripensare al tipo di scrittura della Vreeland, a come mi avesse preso e al fatto che il romanzo fosse finito. Quindi mi sono messa cercarne un altro e ho comprato Una ragazza da Tiffany il cui titolo in italiano purtroppo davvero non rende bene, secondo me. Io stessa all’inizio avevo il terrore che fosse un romanzetto rosa che non mi avrebbe presa tanto.

Invece poi mi sono convinta a prenderlo e mi sono ricreduta. Il titolo originale infatti è Clara and Mr. Tiffany. Si tratta della vita della designer Clara Wolcott Driscoll che insieme ad un gruppo di ragazze chiamate appunto le “Ragazze di Tiffany” ha rivoluzionato le lampade Art Nouveau americane. 

Si tratta quindi della biografia romanzata della designer statunitense che era a capo del Reparto di taglio del vetro a New York per le famosissime lampade Tiffany del figlio di Tiffany gioielliere per intenderci. Clara è stata una designer fantastica, una delle prime donne designer e manager del proprio team, attivista, appassionata e che vive davvero un periodo storico eccezionale. 

E questi due sono diventati poi con il tempo i due romanzi che ho consigliato e regalato di più della Vreeland. Però ce ne sono altri tre che ho letto e che vi suggerisco oggi. 

3. La passione di Artemisia – Romanzi d’arte

Il primo è quello per cui questa autrice è diventata famosa e si tratta de La passione di Artemisia. Se siete alla ricerca di un romanzo che racconti la storia di Artemisia Gentileschi in maniera dettagliata o basandosi alla lettera sugli scritti e i documenti storici ce ne sono altri che potete leggere. E di alcuni ho anche parlato sul blog quindi in caso chiedetemi pure. 

Invece, quella della Vreeland è una storia di passione e intrighi. Racconta da donna la storia di un’altra donna forte ed emancipata. Vittima della violenza fisica subita ma anche della sua condizione di artista e dei pregiudizi che deve affrontare. Il tipo di scrittura ovviamente è immersivo ed è questo che prende. Ed essendo un romanzo questo deve essere, ti deve coinvolgere, deve far trascorrere il tempo senza che neanche tu te ne accorga catturato in un’altra dimensione. 

4. La lista di Lisette – Romanzi d’arte

Comunque questo non è stato la lettura migliore quindi ho aspettato un po’ e ho letto altro prima di ricevere in regalo La Lista di Lisette. Rispetto agli altri libri questo è sicuramente il romanzo più romanzo. Si tratta infatti di una storia completamente inventata ma che cattura molto. La scrittura è sempre coinvolgente e vivace. Questa volta tra l’altro siamo completamente in un altro mondo e periodo storico. Siamo infatti nella Francia degli anni ‘40 e la protagonista Lisette è una giovanissima donna che sogna di lavorare in una galleria d’arte. Ma, a causa della famiglia del marito è costretta con lui spostarsi da Parigi in un paesino per assistere il nonno. Nel giro di poco si scopre che i due sono stati chiamati lì per un’altra ragione, assolutamente legata all’arte. 

Non voglio raccontarvi di più però questo romanzo va inquadrato più come una storia di formazione per la protagonista che solo come romanzo d’arte. La storia raccontata infatti dura più di dieci anni e Lisette si evolve davvero molto come personaggio. Un’altra storia di donna quindi interessante. Vi suggerisco di superare i primi capitoli perchè la parte più interessante è quella centrale.  

5. La ragazza in blu – Romanzi d’arte

Infine, l’ultimo libro che ho letto della Vreeland La ragazza in blu, ha un taglio non solo diverso dagli altri ma secondo me originale. Questa volta al posto di seguire un personaggio, seguiamo la storia di un’opera d’arte. Si tratta di un quadro di Vermeer e della storia di ognuna delle persone o famiglie che lo hanno posseduto nel tempo. Si va dalla più recente fino a Vermeer stesso. E in otto diversi capitoli, come se fossero otto racconti viene immaginata una storia diversa che ci coinvolge e ha sempre appunto come filo conduttore l’opera. 

Secondo me anche se più breve o meno famoso rispetto ad altri va letto anche per vedere le cose anche da un altro punto di vista. Io stessa a volte racconto infatti la storia della collezione di un’opera perché mi intriga il fatto che sia passato di mano in mano attraverso i secoli e fino ai nostri musei o gallerie. 

Questi comunque sono i miei 5 romanzi preferiti di Susan Vreeland, che vi consiglio di leggere e regalare. Se li hai letti e vuoi farmi sapere cosa ne pensi scrivimi su Instagram o passa a dal mio canale Youtube.

Se invece sei ancora alla ricerca di libri, ti consiglio di dare un’occhiata al post sui 5 libri per amanti dell’arte o sui 6 libri legati al mercato dell’arte

Grazie e alla prossima! 


Acquista su Amazon

Questo sito contiene link di affiliazione ai prodotti. Potrei ricevere una commissione per gli acquisti effettuati tramite questi link.