ArtantheCities
ART TRAVEL
& MORE
Follow me

Search

Quali profili Instagram se sei un’amante dell’arte? Inutile negarlo, a volte può essere difficile capire come orientarsi nella scelta dei profili da seguire su Instagram. Non solo per gli appassionati dell’arte, un po’ per tutti. Per noi però si aggiunge il fattore varietà. Possiamo infatti scegliere chi seguire tra artisti, musei, gallerie, content creator, case d’aste, fiere e molto altro. In più i profili possono essere sempre attivi o a volte meno dipende dal periodo. Per questo motivo non è sempre semplice. Io sono Clelia e  oggi vi suggerisco 50 profili da seguire su Instagram se sei un appassionato d’arte.  

Instagram e l’arte – Dove iniziare

Organizziamoci così, come se fosse un gioco. Facciamo finta di essere arrivati su Instagram per la prima volta con un nuovo profilo. Quindi pagina bianca. Abbiamo voglia di condividere ciò che più ci interessa ma anche e soprattutto di assecondare le nostre passioni. E quindi vogliamo usare questa piattaforma social per scoprirne di più di arte. 

Iniziamo a riempire questo contenitore. Siamo nuovi non sappiamo ancora come funzionano gli hastag tipo #artlover, #storiadellarte, #museumlover e via dicendo. Ma da qualche parte dobbiamo pur iniziare quindi decidiamo di iniziare andando alla ricerca dei primi luoghi dell’arte che ci vengono in mente: i musei. Ovviamente non tutti i musei che amiamo, abbiamo visitato o conosciamo avranno un profilo Instagram attivo e interessante. Quindi vi suggerisco di iniziare da quelli della vostra città che sicuramente se lanciano un’iniziativa saranno i più interessanti da scoprire e sostenere per voi e poi di dare un’occhiata al resto del mondo. 

6 MUSEI da seguire su Instagram

Instagram infatti ci permette di scoprire cosa succede nel mondo dei musei anche all’estero. Se come me siete amanti dell’arte del ‘900 e contemporanea. i primi due must da seguire sono il Moma di New York e la Tate di Londra. Entrambi infatti non si limitano a postare foto delle opere della loro collezione ma creano contenuti ad hoc, promuovo articoli presenti sui loro blog e postano anche video interviste con curatori o artisti su IGTV. 

E non sono gli unici a fare tutto questo. Però se non siete lì scoprirete che molti profili dei musei non ha senso aggiungerli così dal nulla. Comincerete invece a seguirli per via dei viaggi che farete come è successo a me. Tre musei che ho cominciato a seguire per questo e che sono rimasti tra i miei preferiti sono il Prado di Madrid che sforna una marea di contenuti, dirette, IGTV e approfondimenti delle opere. Poi la Fondazione Beyeler di Basilea perché racconta attraverso immagini stupende le sue attività.

E infine il Mambo di Bologna, che voi siate bolognesi o no non importa perché i loro due minuti d’arte su IGTV sono per tutti ovunque e sono certa vi piaceranno. Ma il Mambo non è l’unica istituzione italiana ad avere un profilo interessante su IG. Vi consiglio per un profilo alternativo, divertente e soprattutto non fuori dagli schemi ma proprio senza schemi, geniale, la Fondazione Sandretto Re Baudengo. E poi ce ne sarebbero tanti altri di musei e istituzioni da seguire ma abbiamo detto che c’è un contenitore che va riempito e che sul fronte lo riempiremo grazie ai viaggi e alle visite. 

12 Creatori di contenuti d’arte all’estero

Vestirsi come le opere d’arte su Instagram?

Adesso abbiamo voglia di qualcuno che ci parli di arte ma non siamo sempre e solo un’istituzione. Qualcuno che magari la vive tutti i giorni da appassionato come noi e ce la racconti a modo suo. In questa categoria per em rientrano tutti i content creator o creatori di contenuti di cui vi parlo oggi. Iniziamo dai più originali: Dressed to match gestito da Michelle. Una ragazza americana che nelle sue foto unisce opere d’arte e abbigliamento, combinando i suoi vestiti con le opere all’interno delle quali si fotografa. Un lavoro complesso ma stupendo. E su questa scia vi consiglio anche Paridust che unisce moda e arte in foto che sono da rivista. Entrambi questi due profili raccontano di persone a contatto con le opere nei musei, esattamente come il prossimo. people.in.museums dove vengono riportate bellissime foto di persone nei musei davanti le opere. 

E su questa scia ci sarebbero centinaia se non migliaia di profili da seguire come quello di Dynamisk o di artstagram__ che da New York ci racconta delle gallerie della zona. 

In giro per musei e gallerie ma su Instagram

Tra tutti quelli che secondo me si distinguono e non per numero di follower ma per chiarezza dei contenuti, belle immagini e racconti interessanti sono all’estero: Girls sees art. Curato completamente dedicato all’arte contemporanea e curato a una ragazza che ha lanciato una campagna interessante di yoga nei musei. E poi sempre nell’ambiente New York abbastanza interessante anche di Maria Brito, un genere completamente diverso dal mio, molto americano ma che ha aiutato a incuriosirmi su diversi nuovi artisti. 

Più dolce invece nel modo di fare e con un mix di foto di arte e vita quotidiana vi suggerisco di seguire Vera Bertran e il suo cagnolino che se non ricordo male tra l’altro si chiama Basquiat. Sempre rimanendo tra i profili internazionali poi ce ne sono due di curatori di progetti per una rivista inglese che io leggo spesso e si chiama artsy e che vi suggerisco dato che siam qui di seguire anche instagram. 

Un po’ di architettura, design e storia dell’arte

Comunque i due profili dei curatori sono quello di markathemuseum perchè le sue foto sono spettacolari, secondo me le più belle fra i profili di arte che io seguo e sempre riconoscibili quando scrollo il feed. E poi Elena Soboleva, che non solo condivide opere d’arte del ‘900 e contemporanea ma ultimamente fa anche dei reel molto molto carini come quello sulla infinity room di Kusama. 

Ma Instagram non è soltanto il social perfetto per belle foto e reels, infatti c’è anche chi non successo e passione condivide contenuti di storia dell’arte e mi riferisco a lets_talk_about_art che ogni giorno posta una nuova foto con una spiegazione dell’opera o dell’artista che l’ha realizzata. E una cosa simile ma diversa fa anche Brett Gorvy, che posta un’opera accompagnandola con una poesia e alcune volte una canzone.

6 Creatori di contenuti d’arte in Italia

Ma in questo nuovo account in cui stiamo aggiungendo tutti questi profili non possiamo sempre e soltanto guardare all’estero quindi facciamo anche un salto in Italia per aggiungere qualche content creator italiano. La mia lista è lunga ma non lunghissima perchè ci sono molti appassionati e appassionate d’arte che la raccontano ma magari mescolano tanto con la propria vita quotidiana e quindi l’arte un po’ si perde.

Di nuovo in giro per mostre e musei

Al contrario il primo profilo di un’amante dell’arte completamente dedicato a mostre, opere e musei che vi suggerisco è quello di criview. Cristina è una ragazza italiana che come vive qui in Inghilterra a Londra perché si è trasferita e ha cominciato studiare qui per poi iniziare a lavorare alla National Gallery. E i suoi contenuti sono sempre interessanti e accompagnati da belle foto. E un’altra Cristina del mondo dell’arte italiano che vi suggerisco è thegirlinthegallery che con le sue foto e soprattutto i suoi IGTV ci racconta il suo amore per l’arte e spesso molte curiosità e visite ai musei.

Per chi invece è più attento al mercato dell’arte vi suggerisco due progetti italiani da seguire: quello di Elisabetta di Artnomadmilan che è bravissima a sfornare contenuti sempre nuovi. E poi quello di Virginia, culturush che trovate anche qui su YouTube e che da appassionata di arte contemporanea ha anche aperto da poco una sua galleria digitale. 

Infine due profili che io seguo sempre con grande interesse uniscono arte e fotografia e mi riferisco a quello di Giusy che con Less is art non solo ci racconta delle opere che vede nei musei ma anche della sua passione per la fotografia. E poi di quello di Anna e Anastasia di TravelonArt che con Thor vanno in giro per l’Italia e non solo a raccontarci la street art  ci fanno scoprire sempre nuovi mondi in maniera spontanea e interessante. 

5 Critici dell’arte e riviste da seguire su Instagram

Non vogliamo però affidarci nè solo alle istituzioni nè solo ai content creator che giustamente fanno una selezione per noi. Quindi decidiamo di aggiungere alla nostra lista le riviste e i critici o curatori. Ve ne cito solo cinque o sei. Tra i critici contemporanei non possono mancare Jerry Saltz e Francesco Bonami, che alcune volte si mettono anche a discutere fra loro proprio su Instagram. E tra le riviste invece artsy citata prima e in Italia Artribune, che posta sempre delle bellissime foto storiche di artisti del ‘900. Se poi volete invece volete giocare un po’ con l’arte c’è il profilo di Google Arts&cCulture. Oppure se al contrario volete mescolare l’arte con l’intrattenimento e il mondo della musica e della tv c’è il profilo di Daniela Collu, che molti conoscono come la presentatrice di HotFactor ma è anche una storica dell’arte. 

12 Artisti da seguire assolutamente su Instagram

E se si seguono i critici si potranno seguire anche un po’ di artisti su Instagram. Il mio suggerimento in questo campo è: se siete appassionati di un artista o di un movimento del passato come Van Gogh, Dalì, Warhol e volete tutte le loro opere nel feed allora seguite tutte le fan page. Io personalmente non lo faccio ma non ci troverei nulla di male!

Gli artisti contemporanei già affermati

Invece se volete seguire i vostri artisti contemporanei preferiti allora è più semplice. Il primo da seguire è Banksy perchè usa IG come piattaforma di tutte le sue anteprime. Mi ricordo perfettamente di aver visto all’uscita dall’ufficio l’anno scorso il suo post sul Gross Domestic Product, il suo pop up londinese e di aver preso al posto della metro che mi portava a casa immediatamente il treno per andare a Croydon a dare un’occhiata. Quindi seguitelo se non volete perdervi le ultime opere direttamente da lui, senza filtri. 

Un altro profilo strano e interessante è quello di Cattelan che fino ad un po’ di tempo fa postava un solo post al giorno cancellando sempre i precedenti. Ha smesso da un annetto ma io continuo a seguirlo, magari tornerà a farlo e alcuni post erano interessanti. 

I prossimi quattro artist invece sono affermati ma dovete seguirli perché non solo sono attivi su Instagram ma postano cose interessanti e legate ai loro lavori. Sto parlando di Ai Weiwei che è stato un po’ sotto polemica ultimamente per i suoi post di Instagram. Marina Abramovic che è presente con il suo Istituto e posta delle foto stupende dal punto di vista tecnico. E Poi Cindy Sherman che usa la piattaforma social per continuare a postare i suoi autoritratti. E infine lo studio di Olafur Eliasson, perchè con le sue opere e iniziative sociali penso sia davvero uno degli artisti viventi più interessanti del nostro secolo. 

Gli artisti emergenti da non perdere

Però vorrei che questo video fosse anche un’occasione di scoperta quindi vi segnalo velocemente  altri profili di artisti internazionali che vi suggerisco. In caso prendete il cell, mettete in pausa e decidete vois e seguirli o meno. Iniziamo dalle donne artiste internazionali: Kara Walker di cui vi ho raccontato nel video sulle 20 opere degli ultimi 20 anni. Zabou, street artist che lavora moltissimo a Londra e realizza dei muri stupendi come quello di Frida Kahlo in zona Victoria Station.

E infine Lara Zankoul, un’artista concettuale libanese che racconta attraverso le sue fotografie la nostra storia e la nostra società contemporanee. e sempre in tema fotografia passiamo invece poi a una coppia drcuerda che da fotografi entrano nelle loro foto e cambiano lo spazio che li circonda facendoci vedere l’immagine da un’altra prospettiva. Poi due artisti italiani: Fabio Viale che io adoro perchè crea queste sculture in marmo ma che sembrano quasi prendere forma pur rimando molto contemporanee e vicine ai nostri gusti e alla nostra società. E poi Fabrizio Cotognini, che è uno dei miei artisti italiani preferiti e riesce a farmi fare un tuffo nel passato nelle origini della nostra storia dell’arte ma in maniera del tutto nuova e consapevole. 

6 Profili Instagram sul mercato dell’arte

Benissimo il nostro feed comincia già a riempirsi di opere, novità, reel interessanti, arte e poesia, foto stupende e nuovi artisti. Adesso manca il mercato, mancano le novità in fatto di pezzi che andranno in asta o di stand nelle fiere. Anche per quello come per i musei il tempo vi aiuterà a scegliere i vostri preferiti. Io intanto vi consiglio qualche profilo interessante secondo me. Iniziamo dalle case d’aste: Sotheby’s e Christie’s per iniziare a capire cosa aspettarsi dai profili legati al mercato più istituzionali.

E poi quelli personali  iniziamo con un art advisor Laura Smith che vi farà scoprire diversi nuovi artisti con cui lei lavora. Passiamo poi a Rebecca Wei, ex direttrice di christie’s Asia che porta in giro postando opere internazionali ma a volte con un twist legato al mercato asiatico. E poi lui Jerry Gogosian che non vi racconterà del mercato in senso stretto ma attraverso meme e satira vi farà sicuramente sorridere sul mondo dell’arte galleristi, artisti e curatori nessuno escluso. Per quanto riguarda gallerie e fiere molto dipende da quelle frequenterete è vero però quello di Art Basel è un profilo interessante. Mentre fra le gallerie italiane la Tornabuoni fa un bel lavoro di promozione dei propri artisti con un misto di opere mostre e foto d’epoca. E ultimo ma non per importanza il profilo della famosa galleria online americana saatchi art per trovare nuovi artisti e fare scoperte interessanti. 

Conclusioni

Bene, il gioco è finito e il nostro nuovo account adesso ha più o meno 50 nuovi profili da cui scoprire le chicche e i segreti del mondo e della storia dell’arte. E se questo post ti è piaciuto dai un’occhiata al mio profilo Instagram dove condivido contenuti a tema arte e dove mi trovi come Artnthecities.

Grazie e alla prossima! 


Acquista su Amazon

Questo sito contiene link di affiliazione ai prodotti. Potrei ricevere una commissione per gli acquisti effettuati tramite questi link.