ArtantheCities
ART TRAVEL
& MORE
Follow me

Search

Guernica di Pablo Picasso – Il contesto

Creata da Pablo Picasso, l’artista più famoso del XX secolo, Guernica è un’espressione della repulsione di Picasso per il bombardamento nazista di una città basca nel nord della Spagna (Guernica), ordinato dal generale fascista Franco durante la guerra civile spagnola (1936-39). Trasmettendo dolore, violenza e sofferenza, l’immagine monumentale è dipinta solo in nero, bianco e grigio, ed è diventata un simbolo internazionale degli orrori della guerra.

Picasso è un bambino prodigio e un innovatore. Tra le altre cose, ha co-fondato il cubismo. Ha introdotto il collage e la ceramica nelle belle arti e ha sviluppato vari stili durante la sua carriera, spesso ispirati alle donne della sua vita.

 

Guernica di Pablo Picasso – L’Esposizione di Parigi

All’inizio del 1937, mentre vive a Parigi, viene incaricato dal governo repubblicano di Spagna di produrre un murale per il padiglione spagnolo all’Esposizione di Parigi. Non riesce a decidere un tema per il murale, quando legge un articolo di giornale sul bombardamento nell’aprile di quell’anno della piccola città spagnola di Guernica, in pieno giorno, da parte delle forze tedesche che agivano su ordine del generale Franco. Picasso decide di far conoscere al mondo l’atrocità, e che sarebbe stato il suo soggetto per la commissione murale.

 

Quale è il tema della Guernica di Picasso? Analisi della Guernica

Vari elementi anti-guerra possono essere visti in questo lavoro. Secondo Picasso, il toro di solito è un simbolo di forza in quanto è legato alla Spagna – è qui come emblema della brutalità. Davanti al toro, una donna getta la testa indietro nel dolore e nell’angoscia, tenendo il suo bambino morto fra le braccia. Una singola lampadina si accende dal soffitto, la luce frastagliata che richiama un’esplosione, mentre accanto alla testa del cavallo, un’altra luce a forma di candela è tenuta da una donna a una finestra. Sotto il cavallo c’è un soldato morto con un braccio reciso che afferra ancora una spada, da cui cresce un piccolo fiore. Questo è un piccolo simbolo di speranza. Le linee nel palmo dell’altra mano del soldato potrebbero essere stigmate, simbolo del martirio della Crocifissione di Cristo.

Quando a Picasso viene chiesto che significato ha il cavallo, spiega che incarnava tutte le persone innocenti morte nel massacro. All’estrema destra, una figura con le braccia tese è consumata dalle fiamme. Non è chiaro se questa figura (maschio o femmina) stia cadendo o sia intrappolata, ma urla al cielo.

 

L’esposizione della Guernica a Parigi

Il murale viene esposto a Parigi, dove c’è un crescente sostegno ai partiti fascisti in Francia e in altri paesi europei, e causa notevoli polemiche. Dopo Parigi, viene spostato in America. Continua a girare ampiamente in Nord America e in Europa, ma Picasso si rifiuta di restituirlo alla sua nativa Spagna fino a quando la democrazia non viene stata ristabilita anche lì.

 

Se sei passionato d’arte come me e vuoi entrare nell’arteclub, dai un’occhiata al mio canale Youtube su arte, viaggi e mercato per scoprirne di più.

A presto,

Clelia

Ciao, se hai suggerimenti e consigli contattami sui social. Mi trovi sempre su Instagram, Facebook e Twitter. A presto!